Progetto Kobe

A sostegno del Cente Médical saint Vincent, struttura sanitaria di riferimento per 400.000 persone nel più popoloso e povero quartiere della città. In collaborazione con la Ong locale SUD-KIVU MSAADA a.s.b.l. nel 2007 è stato realizzato l’acquisto della struttura.

Il progetto prevede la formazione del personale locale, l’invio di medicinali e strumenti medicali, l’organizzazione di un centro nutrizionale supplementare e un ambulatorio di assistenza per donne che hanno subito violenza.

Luogo esatto del progetto: città di Bukavu , provincia del Sud Kivu

PARTNERS: Ong MSAADA di Bukavu

Referenti: MOLANI, ZACCHE’

2007 - 2011

Ci si è posti, inizialmente, l’obiettivo di contribuire alla riduzione della morbidità e della mortalità della popolazione sprovveduta della provincia del Sud Kivu in RD Congo, con la riabilitazione funzionale ed il potenziamento delle capacità tecniche del Cente Médical saint Vincent, acquistato dalla Onlus
Dunque si è provveduto a:

  • Rinforzare le capacità tecniche del personale medico del CMSV
  • Approvvigionare il CMSV in medicinali
  • Equipaggiare il CMSV con del materiale medico efficiente
  • Dotare il CMSV di strutture proprie
  • Organizzare i beneficiari delle attività del CMSV in una struttura che potesse garantire ai più sprovvisti, l’accessibilità finanziaria alle cure mediche primarie

2011 – 2017

Il progetto è proseguito, contribuendo alla Modernizzazione delle infrastrutture:

  • Ristrutturazione vecchio edificio e ampliamento;
  • Costruzione di un reparto maternità (piano terra);
  • Costruzione del sezionedi neonatologia (primo piano);
  • Dotazione di pannelli solari
  • Copertura spese di funzionamento dell’ospedale e sostegno famiglie povere, garantendo salari al personale e all’ acquisto di farmaci e reagenti di laboratorio
  • Formazione del personale, attraverso l’Invio di formatori in loco e la formazione in Italia e in Burundi
  • Organizzazione di una farmacia, con la realizzazione di un laboratorio galenico

2018- 2020

Si prevede di concludere il progetto, sulla base dei bisogni individuati, con l’ adeguamento delle infrastrutture: arredo del reparto di maternità e neonatalogia (letti per adulti e neonati, letto termico, incubatrice; ristrutturazione blocco operatorio e ammodernamento dell’arredo; ripristino impianto fotovoltaico.
Prosegue inoltre la formazione del personale,con l’invio annuale di formatori sanitari specializzati in ginecologia e ostetricia, neonatologia e la formazione dl personale locale in Italia, in strutture sanitarie
mantovane
In particolare si prevede l’organizzazione delle stanze costruite con destinazione

  • lo studio della direttrice del nido
  • 3 camere private VIP dotate di servizi
  • una sala di neonatologia, una dì sala di 6 letti perpatologie ginecologiche e ostetriche
  • una sala con 8 letti e tre servizi
  • acquisto di attrezzature e strumentazione sanitaria dedicata
  • acquisto di un respiratore automatico e di nuovo lettino operatorio
  • revisione impianto fotovoltaico

congo